Statuto

STATUTO  DELL’ASSOCIAZIONE GLI ARTIMANI

Art.1 COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA: Si costituisce l’Associazione GLI ARTIMANI, libera associazione culturale non riconosciuta di operatori del proprio ingegno creativo delle arti maggiori e minori con sede provvisoria in Rivoli, Via Pasubio,  26. Il trasferimento della sede sociale non comporta modifiche  statutarie. La durata è illimitata. L’Associazione potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea dei Soci.

Art.2 SCOPI, CARATTERISTICHE E ATTIIVITÀ: L’Associazione non ha scopo di lucro. Gli eventuali utili non possono essere ripartiti anche indirettamente. L’Associazione  intende:

– promuovere il libero scambio delle esperienze creative individuali e collettive attraverso studi e ricerche finalizzati all’organizzazione  di manifestazioni espositive e progetti  artistico-creativi;

– valorizzare la figura dell’operatore del proprio ingegno, in quanto ideatore ed esecutore del proprio lavoro manuale in una o più delle arti maggiori e minori;

– promuovere e praticare l’auto organizzazione ed il diritto al lavoro creativo per cambiare la qualità della vita nel rispetto dell’aria, dell’acqua e della terra, e dello sviluppo psicofisico della persona ;

– promuovere il recupero consapevole di antichi mestieri, il recupero di materiali, ma anche la scoperta di nuove soluzioni artistiche. Tutte le attività non conformi agli scopi culturali sono vietate. Le attività dell’Associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne rispettose dei diritti individuali della persona.

Art.3 SOCI: Sono ammessi a fare parte dell’Associazione tutti coloro che dimostrino di essere operatori del proprio ingegno creativo, senza limiti di età, sesso, razza e nazionalità, che accettino gli articoli dello Statuto e del Regolamento interno, che condividano gli scopi dell’Associazione e si impegnino dedicando un poco del loro tempo al raggiungimento di questi scopi. Il comportamento del Socio verso gli altri aderenti ed all’esterno dell’Associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, onestà e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto e delle linee programmatiche dei regolamenti che saranno emanati per le varie iniziative. 

Ci sono due categorie di soci: SOCI FONDATORI – coloro che hanno costituito l’Associazione, hanno diritto di voto, sono membri di diritto del Consiglio Direttivo a meno che non ci sia recesso od impedimento; la loro qualità di soci ha carattere di perpetuità, non è soggetta ad iscrizione annuale, pagano come gli altri la quota sociale; SOCI SOSTENITORI coloro che hanno chiesto ed ottenuto la qualifica di socio dal Consiglio Direttivo, hanno versato la quota sociale annua e si impegnano fattivamente nell’organizzazione e gestione delle attività promosse dall’Associazione. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. La qualifica di socio sostenitore è annuale; può essere rinnovata tacitamente ma può anche essere non rinnovata se subentrano gravi motivi che giustifichino la non rinnovabilità. Le attività svolte dai soci a favore dell’Associazione e per il raggiungimento degli scopi culturali sono prevalentemente gratuite. È ammessa la richiesta di rimborso spese da motivare da approvare in sede di bilancio. Tutti i soci hanno diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci,  rendiconti e registri dell’Associazione, previa richiesta scritta al Consiglio Direttivo.

Art.4 CRITERI DI AMMISSIONE, RECESSO ED ESCLUSIONE: L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione (complete di generalità) degli aspiranti ·soci è il Consiglio Direttivo. In base alle disposizioni dell’Art . 13 – D.LGS 196/2003 tutti i dati personali raccolti saranno soggetti alla riservatezza ed impiegati per le sole finalità dell’Associazione previo assenso scritto del socio. All’atto dell’ammissione il socio si impegna al versamento della quota sociale annua di autofinanziamento nella misura fissata dal Consiglio Direttivo ed approvata in sede di bilancio dall’Assemblea ordinaria, al rispetto dello Statuto e dei regolamenti emanati. Il Socio può recedere dal’Associazione mediante comunicazione scritta da inviare al Consiglio Direttivo. Il recesso ha effetto dalla data di chiusura dell’esercizio sociale nel corso del quale è stato esercitato. Il Socio può essere escluso dall’Associazione in caso di inadempienza dei doveri previsti dall’Art. 3 o per altri gravi motivi che riguardino i regolamenti emanati per le varie iniziative. L’esclusione del Socio è deliberata dal Consiglio Direttivo e comunicata a mezzo lettera al medesimo insieme alle motivazioni che la giustificano . La ratifica dell’esclusione avviene nella prima riunione utile dell’Assemblea Soci. Soci receduti e/o esclusi non possono richiedere la restituzione delle quote annuali versate, né hanno diritto  alcuno  sul  patrimonio dell’Associazione .

Art. 5 ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE: Sono: L’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Vicepresidente, il Tesoriere. Tutte le cariche sociali sono assunte ed assolte a totale titolo gratuito.

Art. 6 ASSEMBLEA DEI SOCI: L’Assemblea dei Soci è organo sovrano dell’Associazione ed è convocata almeno due volte all’anno  dal Presidente  mediante avviso  scritto, almeno 8 gg prima  dell’incontro.  L’avviso deve contenere  l’ordine del giorno . L’incontro  è  presieduto  dal  Presidente  stesso  o  da  un  suo  delegato  nominato  tra  i membri  del  direttivo . L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. Le discussioni e le delibere delle assemblee sono riassunte in verbali redatti da un socio appositamente nominato. Il verbale di ogni seduta è sottoscritto dal Presidente e dall’esecutore, entro 8gg dall’avvenuta riunione e conservato nella sede del’Associazione.

L’Assemblea ordinaria elegge il Consiglio Direttivo, delibera la quota sociale annuale, propone iniziative indicandone modalità e supporti organizzativi, approva il programma annuale dell’Associazione, approva il bilancio consuntivo e preventivo annuale ed il rendiconto predisposto dal Direttivo, propone l’ammissione di nuovi soci sostenitori, ratifica l’esclusione dei soci deliberata dal Direttivo. È ammessa la delega di voto. Ogni socio può presentare una sola delega di un altro socio . Le delibere sono valide con il consenso della metà più uno dei soci sostenitori presenti e rappresentati per delega. Il voto è palese per alzata di mano a meno che non si tratti di problemi riguardanti persone e quando lo si ritenga opportuno.

L’Assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo Statuto che siano state messe all’ordine del giorno, delibera su ogni questione istituzionale, normativa e patrimoniale inerente la vita del’Associazione; delibera lo scioglimento e ne devolve il patrimonio. Non sono ammesse deleghe di voto. Le delibere dell’assemblea straordinaria devono avere il voto favorevole dei 3/4 dei soci presenti.

Art.7 CONSIGLIO DIRETTIVO: È eletto dall’Assemblea Ordinaria. È composto da un numero massimo di cinque consiglieri comprensivo dei Soci Fondatori. Elegge le cariche sociali alla presenza della totalità dei consiglieri e con voto favorevole minimo del 60%. Dura in carica due anni ed è rieleggibile per un massimo di tre mandati consecutivi. Svolge le seguenti attività: Stila il regolamento interno, cura l’esecuzione delle delibere dell’Assemblea; cura le relazioni pubbliche dell’Associazione; convoca l’Assemblea dei Soci Sostenitori; discute ed elabora il bilancio preventivo e consuntivo; valuta le domande di ammissione di nuovi soci; esclude soci salvo successiva ratifica dell’assemblea come da Art .4.

Art.8 PRESIDENTE, VICEPRESIDENTE E TESORIERE: Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione; presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea dei Soci. Rappresenta l’Associazione ed è il suo portavoce presso Enti ed istituzioni. Il Vicepresidente coadiuva e/o sostituisce il Presidente in caso di sua assenza od impedimento temporaneo o dietro suo specifico mandato. Il Tesoriere tiene aggiornata la contabilità. Congiuntamente al Presidente cura la riscossione delle entrate ed il pagamento delle spese.

Art.9 REGOLAMENTI: Il Consiglio Direttivo elabora il Regolamento Interno dove sono indicate le norme di funzionamento e di esecuzione del presente Statuto; il Regolamento specifico di ogni iniziativa realizzata a nome dell’Associazione.

Art.10 PATRIMONIO: Il Patrimonio dell’Associazione è costituito da: introito delle quote sociali annuali, da beni mobili ed immobili di proprietà o eventualmente acquistati; dagli utili derivanti dalle attività svolte dall’Associazione; da contributi, erogazioni in denaro da parte di enti o privati. Il Patrimonio dell’Associazione deve essere destinato esclusivamente ai fini e per gli scopi dell’atto costitutivo.

Art.11 BILANCIO: I bilanci sono predisposti dal Consiglio Direttivo e approvati dall’Assemblea dei Soci. Gli esercizi sociali si chiudono il 31/12 di ogni anno. Il bilancio consuntivo è depositato entro il 31/01 dell’anno successivo presso la sede dell’Associazione e l’assemblea di approvazione deve tenersi entro il 28/02 dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.

Art.12 MODIFICHE STATUTARIE: Questo statuto è modificabile con la presenza dei due terzi dei soci dell’Associazione e con voto favorevole dei 3/4 dei presenti. Ogni modifica o aggiunta non potrà essere In contrasto con gli scopi sociali, con il regolamento interno e con la legge italiana.

Art.13 SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE: Per deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di 3/4 degli associati convocati in assemblea straordinaria. L’Assemblea delibera: Lo scioglimento nominando uno o più liquidatori e la destinazione del patrimonio che residua dalla liquidazione stessa. La devoluzione del patrimonio sarà effettuata a favore di associazioni culturali no profit con finalità similari.

Art.14 NORMA DI RINVIO: Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si fa riferimento alle norme del Codice Civile o Leggi speciali in materia.

Letto, approvato e sottoscritto
Rivoli li, 30 gennaio 2015